• Wikio - Top dei blog - Salute

  • novembre: 2017
    L M M G V S D
    « Ott    
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    27282930  
  • Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

    Segui assieme ad altri 1.335 follower

  • Statistiche del Blog

    • 257,537 hits

Perché conviene stare lontano dagli zuccheri?


La  glicazione  riguarda il metabolismo degli zuccheri ed è bene definita dall’indice glicemico

Fatto uguale ad uno il valore dell’indice glicemico dello zucchero quanto più ci allontaniamo dagli zuccheri tanto più l’indice glicemico sale ;  quello del miele ad esempio è uguale a due ma quello dello sciroppo di agave sale addirittura a cinque.

  Di conseguenza quanto più noi ci nutriamo di zuccheri o farine bianche o cibi raffinati ( pane . pasta , ecc ) tanto più sale l’indice glicemico ( cioè  il tasso di zuccheri nel sangue )  questo comporta come conseguenza la liberazione di insulina da parte delle cellule del pancreas , l’insulina favorisce la penetrazione del glucosio nelle cellule , assieme all’insulina si lbera nell’organismo ache un ormone noto come IGF   ( insulin like growt factor ) che stimola la crescita cellulare.

Insulina ed IGF assieme sono fattori favorenti l’infiammazione che a sua volta è il fattore favorente la nascita di tumori e dell’arteriosclerosi . Riducendo qundi l’apporto di zuccheri si leva la nutrizione ai tumori e si riduce il rischio di arteriosclerosi.

La stretegia alimentare di conseguenza deve essere basata sull’utilizzo di cibi a basso indice glcemico.

A conferma di queste osservazioni e cioè che i tumori si nutrono di zucchero vale l’osservazione che la PET ( scintigrafia ad emissione di positroni ), esame che identifica la presenza di un tumore, si esegue iniettando per via endovenosa  nel paziente glucosio radio marcato che si va a fissare nel tessuto neoplastico.

 Riassumo brevemente gli alimenti a basso indice glicemico ricordando  che sul sito della mia associazione di prevenzione antifumo www.octopusmed.it  è riportata una  alimentazone anticancro ricca di interessanti informazioni.

Estratti dolcificanti naturali : sciroppo di agave , stevia , xilitolo , glicina , cioccolato fondente contenente almeno il 70 % di cacao.

 Cereali ntegrali e miscelati : pane ai multicereali , riso integrale , basmati , tailandese , pasta cotta al dente ( meglio quella integrale o preparata con miscele di più cereali o di farina di farro ).

 Lenticchie , piselli , fagioli , patate dolci ,fiocchi d’avena , muesli , all brain .

 Frutta fresca , in particolare : mirtilli , ciliegie , lamponi , ananas , banane , arance , mandarini , meloni , pompelmi , papaia , prugne.

 Concludo ricordandoche il cervello si nutre in prevalenza di zuccheri  e quindi ogni tanto un caffè con un cucchiaino di zucchero possiamo anche concedercelo…

Annunci

Telefoni cellulari e rischi di malattie tumorali


Un mio amico patologo, il Dott. Massimo Barberis – peraltro anche consigliere dell’Associazione Octopus – anni fa per conto del Centro Nazionale Ricerche ha condoto uno studio su potenziali danni delle onde elettromagnetiche sulle colture cellulari. Chiaccherando su questi suoi primi esperimenti mi aveva colpito la sua preoccupazione su come queste ricerche stessero confermando profonde alterazioni a carico delle cellule immesse in campi elettromagnetici.

Recentemente una notizia di agenzia Adnkronos Salute ha riportato una serie di comunicazioni scientifiche riguardanti il rischio di aumento di tumori sostenuto dai telefoni senza fili, cellulari e cordless. Ed ahimè non si tratterebbe solo di aumento dei tumori cerebrali ma anche di quelli a carico delle ghiandole salivari e el sistema linfatico.

Nel rapporto scientifico i ricercatori propongono, giustamente, alcune raccomandazioni generali per ridurre l’esposizione dei bambini a questo tipo di radiazioni e quindi preservare scuole, asili, parchi gioco da questo bombardamento di onde ed organizzare campagne di comunicazione e di prevenzione destinate agli adolescenti ed ai bambini.